FRAMMENTI DI STORIA

——————————————————————————————————————————————————–

Ciò che l’esperienza e la storia insegnano è questo: che uomini e governi non hanno mai imparato nulla dalla storia, né mai agito in base a principi da essa edotti.

(Friedrich Hegel)

invasioni_barbariche_6720[1]Nel 376 d.c. i Visigoti, un popolo di origine scandinava stanziato nella Moldavia, sotto la minaccia Unna implorò l’ammissione in territorio romano. Esortato da tale supplichevole richiesta l’Imperatore Valente acconsentì e i Visigoti trovarono salvezza nella provincia romana  della Mesia . Secondo gli accordi, i Visigoti sarebbero stati coscritti nell’esercito romano e a loro sarebbe stata concessa piena cittadinanza . In realtà non accadde niente di tutto questo anzi, senza essere invitati, entrarono nei confini dell’impero anche gli Ostrogoti, provenienti dalle foci dei fiumi Don e Dnepr  (attuale Russia). L’incremento demografico del territorio della Mesia portò ad una carenza di cibo, che causò l’inizio delle ostilità tra Romani e Goti. Una vera è propria escalation di invasioni e di barbarie. Dal famoso sacco di Roma dei Visigoti del 24 agosto 410  alla devastazione Ostrogota dell’Illiria  (regione occidentale della penisola balcanica) del 460 a causa del mancato pagamento delle quote annuali che l’impero versava. Nel 476 il barbaro Odoacre  depose l’ultimo imperatore romano Romolo Augusto.

About ilpuntogiusto