DISCORSO APOCALITTICO

L’adesione ai modelli imposti nelle società propone giorno e notte  il materialismo più sfrenato, l’ossessivo incitamento al consumo ed al divertimento fine a se stesso, senza limiti e senza remore.

Prima riflessione

Abstract business 3d  illustration

Abstract business 3d illustration

Tale mercificazione attesta che col denaro oggi si può comprare quasi tutto. Leggendo qua e la su internet ci s’imbatte in notizie che hanno del sorprendente. Nel carcere di Santa Ana, ad esempio, in California un detenuto, pagando 82 dollari a notte, pur di avere una cella migliore di quella standard; in India una madre affitta, per 6.250 dollari, il suo utero per garantire la gravidanza a una donna occidentale ed ancora nella città di Dallas in alcune scuole si corrisponde 2 dollari a bambino per ogni libro che legge. È evidente che il mercato ha plasmato la società a sua immagine e somiglianza. Una società forgiata dalle regole del libero mercato che ha prodotto una manipolazione individuale tesa a modificare, a vantaggio di pochi, il comportamento dei tanti.—————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————

 Seconda riflessione

La nostra società ha raggiunto livelli di massificazione e omologazione estremi. Dalla culla alla tomba siamo costantemente bombardati dalla pervasiva propaganda della cosiddetta “cultura di massa” odierna, che si estrinseca tramite la martellante pubblicità commerciale e la diffusione di sempre nuove tendenze e mode. In fin dei conti tutti facciamo più o meno le stesse cose, non fosse peraltro che per appagare il nostro bisogno di appartenenza. Come giustamente ricorda Baumann: “ in questa nostra società liquida, sempre più frenetica i cittadini si sentono costretti ad adeguarsi al sentire comune, pena l’esclusione.”

omologazione[1]

Opinione

Questa tendenza all’omologazione culturale, cioè all’annullamento o alla non valorizzazione delle varietà culturali che contraddistinguono i vari paesi o le varie regioni del mondo, mortifica la ricchezza e l’originalità delle diverse identità. Ciò che occorre nella nostra epoca è onestà intellettuale e coscienza critica. Tutti protagonisti solidali ma non omologati. Quello di cui abbiamo bisogno è una rivoluzione culturale, l’esaltazione di abilità critica. Il mondo pone a disposizione mezzi che consentono una capacità di espressione pressoché illimitata, apre notevoli prospettive e attualizzazioni, amplia la possibilità di relazioni. Strumenti poderosi che possono cambiare, in meglio, il mondo.

la libertà

About ilpuntogiusto